Bull Days Inclusive Sailing Cup: standing ovation per il Giro d’Italia da 1400 miglia

Bull Days Inclusive Sailing Cup: standing ovation per il Giro d’Italia da 1400 miglia

Cala il sipario su un’avventura epica che ha portato il messaggio dell’inclusione sociale nelle terre del Mediterraneo

Cala il sipario su un’avventura epica che ha portato il messaggio dell’inclusione sociale nelle terre del Mediterraneo

Il 23 giugno New Zealand Endeavour è approdata nell’ultimo porto chiudendo di fatto un’avventura epica iniziata il 15 maggio sotto il sole di Trieste. Dall’inaugurazione al Molo Scala Reale di fronte al salotto della città mitteleuropea, le miglia percorse sono state davvero tante. Trieste, Civitanova Marche, Porto Cesareo, Palermo, Napoli, Marina di Pisa, Genova, Monaco: alcune delle tappe principali, ognuna con una sua storia irripetibile e indescrivibile.

Lungo la tratta marittima della Bull Days Inclusive Sailing Cup, NZ Endeavour ha dovuto affrontare vari imprevisti e situazioni pericolose causate dall’imprevedibilità del mare. L’equipaggio ne è comunque uscito salvo e lieto d’aver vissuto un’esperienza unica nel suo genere. Ogni fatica è stata completamente ripagata dai sorrisi dipinti sui volti dei ragazzi, delle famiglie e delle persone che li attendevano con entusiasmo nei porti.

Le marine si sono trasformate in veri e propri baluardi dell’inclusione. Dove gli atleti paralimpici di FAI Sport, accompagnati da una squadra di ragazzi con varie disabilità, hanno potuto incontrarsi e gioire attraverso numerose attività sociali con enti, scuole e istituzioni. In gruppi hanno avuto l’opportunità di salire a bordo dell’iconico ketch campione del mondo New Zealand Endeavour e ammirare, toccando con mano, le meravigliose supercar della Bull Days Community.

Donare dei giorni speciali come questi è un’emozione incalcolabile.

Le congratulazioni ufficiali dal Comitato Italiano Paralimpico e da Special Olympics Italia

Bull Days Inclusive Sailing Cup ha promosso quindi un messaggio limpido e nobile, che ha raccolto un enorme consenso internazionale. Tanto da ottenere anche le congratulazioni ufficiali dal Presidente del Comitato Italiano Paralimpico.

«Un’iniziativa che considero uno straordinario contributo per la promozione e la diffusione dello sport quale motore di crescita culturale e sociale, attraverso la diffusione di principi come l’inclusione e l’integrazione fondamentali per il pieno riconoscimento dei diritti di ogni individuo, senza differenze e distinzioni».

Avv. Luca Pancalli, Presidente del Comitato Italiano Paralimpico

A questo messaggio si aggiunge quello fatto pervenire dal Vicepresidente di Special Olympics Italia Prof. Alessandro Palazzotti, che ha sottolineato che i grandi progressi, in materia di inclusione sociale, sono figli dell’impegno pionieristico di società sportive quali la FAI SPORT.

Un messaggio inclusivo che ha trovato immediata condivisione con la Lega Navale Italiana e le sue sezioni presenti nei porti di approdo, con le numerose Istituzioni, con gli sponsor, con chi ha dentro di sé il gusto dell’accoglienza e dell’amicizia.

SPECIAL THANKS

Ringraziamo di cuore tutte le Persone che hanno sostenuto la Bull Days Cup, rendendo possibile quest’epico viaggio nel Mar Mediterraneo.

Dal sailing team di New Zealand Endeavour alla squadra di FAI Sport. Il Main & Media Sponsor Venetia Communication, lo sponsor tecnico ICA, l’ospite d’eccezione Pagani Automobili. Oltre a tutte le Leghe Navali e i porti che hanno dato il loro prezioso contributo, specialmente la Lega Navale Italiana e l’associazione di marinai e veterani AMMAC du Mentonnais.

Un ringraziamento anche a tutti i Local Sponsor della tappa di partenza: Agrifood, Pezzetta, Friultrota, Io Prosciutto, Bepi Tosolini, Coltellerie Maserin, Maico sordità, Pierluigi Lotti, Bullii.

Un ringraziamento particolare al Local Sponsor della tappa d’arrivo UNO Contract. L’azienda specializzata nella realizzazione di progetti e arredi su misura per hotel, residence e navi da crociera ha deciso di sostenere l’evento nel gran finale a Monaco.

UNO Contract, in oltre 35 anni di attività, ha realizzato progetti in tutto il mondo per i più importanti brand dell’hospitality, tra i quali Oberoi, Hyatt, Marriott, Radisson, disegnati da studi internazionali di architettura e interior design, come Zaha Hadid, Piero Lissoni e tanti altri.

PATROCINI

Un ringraziamento speciale anche a tutti gli enti patrocinatori: Comune di Trieste, Area Marina Protetta di Miramare, Regione Friuli Venezia Giulia, Comune di Porto Cesareo, Area Marina Protetta di Porto Cesareo, Provincia di Lecce, Regione Puglia, Città di Palermo, Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sicilia Occidentale, Regione Sicilia, Comune di Napoli, Regione Campania, Comune di Pisa, Porto di Pisa, Confcommercio Provincia di Pisa, Regione Toscana, Comune di Genova, Regione Liguria, Ville de Menton, Città di Motta di Livenza Comune Europeo dello Sport 2023 e Regione Veneto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Compila questo campo
Compila questo campo
Inserisci un indirizzo email valido.
Devi accettare i termini per procedere